05/10/2018

Cisti endometriosiche, i tempi di intervento


Prof.ssa Alessandra Graziottin
Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica, H. San Raffaele Resnati, Milano
Dott.ssa Dania Gambini
Dipartimento di Ginecologia e Ostetricia, H. San Raffaele, Milano


CONDIVIDI SU
“I primi di luglio mi sono state diagnosticate due cisti endometriosiche di 10 e 5 centimetri. A oggi, dopo varie visite ginecologiche, devo ancora essere operata: ma cisti di così grandi dimensioni non hanno comunque un’attesa breve nel servizio sanitario convenzionato? Nel frattempo ho fatto tutti gli esami e le analisi del caso, tra cui l’ecografia transvaginale, il dosaggio del CA125 (un po’ alto) e dell’HE4 (negativo), e addirittura un’isteroscopia. Grazie”.

top

Gentile amica, considerando la dimensioni delle cisti endometriosiche da lei descritte è effettivamente indicata la loro enucleazione mediante intervento chirurgico. Tuttavia ogni struttura ospedaliera ha una propria lista d’attesa nella gestione delle patologie ginecologiche benigne, con priorità stabilite dal ginecologo che ha programmato il suo intervento. Le consigliamo quindi di contattare il ginecologo di riferimento per ottenere informazioni circa lo stato di avanzamento della sua proposta di ricovero. Un cordiale saluto.

top

Parole chiave:
Chirurgia ginecologica - Endometriosi - Rapporto medico-paziente

Stampa

© 2018 - Fondazione Alessandra Graziottin

FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.fondazionegraziottin.org).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico