11/10/2019

Vaginismo ed endometriosi: c'è una speranza


Le vostre lettere alla nostra redazione


CONDIVIDI SU
Ho 34 anni. Soffro di vaginismo, e ora mi è stata diagnosticata anche l’endometriosi. La notte non riesco più a dormire dall’ansia. Vorrei tanto un bambino, ma credo di dovermi arrendere. Scusi lo sfogo.

Gentile signora, non si arrenda, la prego. Il vaginismo può essere curato completamente, in tempi anche ragionevolmente brevi. Potrà così vivere una vita sessuale serena e soddisfacente con la persona che ama. L’endometriosi, affrontata bene, può permetterle di realizzare il suo sogno di maternità. L’importante è affrontare entrambe le patologie in parallelo, con competenza e rigore. Il futuro le può sorridere. Abbia fiducia e si rivolga a medici competenti!
Mille auguri di cuore,
Alessandra Graziottin

top

Parole chiave:
Endometriosi - Maternità - Speranza - Vaginismo

Stampa

© 2019 - Fondazione Alessandra Graziottin

FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.fondazionegraziottin.org).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico